Menu di navigazione

 
Colloqui
di Remo Fasani


Genere Traduzione
Anno pubblicazione 2010
Numero pagine 136
Dimensioni 21x13 cm
Casa editrice L'ora d'oro
Costo 13 euro


«Molto, fin dal mattino, da quando siamo un colloquio e udiamo l’uno dell’altro, l’uomo ha provato; ma ben presto noi siamo canto». Da questi versi di Höderlin Remo Fasani ha tratto spunto per il titolo del terzo volume, fresco di stampa (marzo 2010) delle edizioni "L'ora d'oro": “Colloqui/Gespräche/Colloques”. Si tratta di poesie tradotte con priorità dal tedesco e poi dal francese che mettono in luce la sapiente conoscenza linguistica dell’autore elvetico, ma anche questo desiderio – come dice Höderlin – che il colloquio tra le lingue del mondo diventi un canto di tutte insieme. Fasani presenta nel volume i testi tradotti nel corso di una vita e fino a oggi rimasti inediti o usciti solo su riviste o in miscellanee. Sono cinquanta poesie presentate in edizione bilingue, tra cui venti di Rainer Maria Rilke (poeta moderno caro anche a Felice Menghini), nove di Eduard Mörike (definito «purissimo cantore» con liriche di una perfezione inaudite), sette di Johann Wolfgang Goethe, sei di Elfriede Philipp (poetessa zingara), due di Charles Baudelaire, due di Stéphane Mallarmé, due di Paul Eluard e una rispettivamente di Clemens Brentano (la cui “Ninnananna” mostra come con un «nonnulla si possa fare poesia») e di Hans Carossa. Cristallina la “teoria del tradurre” di Fasani che mettendo i due testi di fronte, li fa «udire l’uno dell’altro” per l’appunto, li fa interrogare a vicenda. «Chi conosce l’opera poetica di Remo Fasani – scrive, nella prefazione, Antonio Stäuble - sa che a un finissimo senso del ritmo si appaia una riflessione teorica sul poetare, cui certo non è estranea la prospettiva del critico letterario e dello studioso di metrica, fra i più competenti della materia: in certe note che accompagnano le poesie, Fasani esercita talvolta un’autentica operazione critica di cui la propria opera è l’oggetto. Fasani, come detto, traduce di preferenza dal tedesco, lingua che, egli stesso dice, è diventata «come per gli altri grigionitaliani, quasi un’altra materia materna». Le traduzioni oscillano come sempre fra la fedeltà formale all’originale (disposizione delle parole, metrica) e le deviazioni che recano l’impronta personale del traduttore. Interessante la disposizione che l’autore sceglie per il suo libro: le poesie vengono affiancate nelle due pagine per essere “gustate” in una lettura confrontata. Alla fine della raccolta, però, non vanno ignorate le note stampate in calce al volume; non soltanto esse offrono informazioni sulle circostanze in cui sono nate le traduzioni, ma vanno ben al di là di questi dati concreti proponendo una specie di auto commento, in cui il confronto con altri traduttori o con precedenti stesure dello stesso Fasani permette di rivivere il divenire di una poesia, di aprire uno spiraglio sulla “officina” di un poeta-traduttore. Remo Fasani, “Colloqui/Gespräche/Colloques”, L'ora d'oro, Poschiavo 2010, pp.136, 13 euro/18 fr.
 
 
Ritorna alla pagina precedente
Abriga.it nasce come portale della cultura, delle tradizioni, delle bellezze paesaggistiche del territorio di Aprica.
Nelle pagine si potrà trovare tutto ciò che ha attinenza con la nostra storia, ma anche con l'attualità.
Pagina creata in: 0.003 sec
Tutto il materiale in questo sito è © 2004-2019 di Abriga.it C.F. 92022100140 Informativa legale

All rights reserved