Collaboratori
Contatti
Approfondimenti
Personaggi
Poesie
Murales
Dialetto
Forum
Webcam
Immagini
Video
Home
   

Torna Indietro   Abriga.it il giornale quotidiano online di Aprica e della provincia di Sondrio > Forum liberi > Generale

Generale Il forum per discutere di tutto

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 27-12-13, 20:08   #1
Abriga.it
Collaboratori
 
Data Registrazione: 19-05-05
Messaggi: 5.781
Predefinito Inconsapevole leggerezza

Se dovessimo definire con un aggettivo la scultura, tutto useremmo fuorché leggera. Invece la produzione scultorea di Regina Bracchi - scultrice futurista morta 39 anni fa e moglie del pittore tiranese Luigi Bracchi, di cui la biblioteca conserva un piccolo fondo – è leggera. Nel senso di materialmente leggera. Ne è convinto Paolo Sacchini (curatore della mostra sul Futurismo che la biblioteca civica Arcari di Tirano ha organizzato lo scorso anno a palazzo Foppoli), che ha dato alle stampe “La consapevole leggerezza della scultura”, la sua tesi di dottorato in Storia dell’Arte e dello Spettacolo all’Università degli Studi di Parma, in cui lo studioso ricostruisce la parabola creativa della scultrice pavese dagli esordi negli anni Venti fino alla conclusione della sua esperienza futurista alle soglie del secondo conflitto mondiale.

L'approfondimento qui: http://www.abriga.it/approf/det_appr...fondimenti=107
Abriga.it non  è collegato   Rispondi Citando
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi replicare
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum

Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21:14.


Powered by vBulletin® versione 3.8.8
Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Tutto il materiale presente in questo sito è © di abriga.it All rights reserved